23 Aprile 2021 in News

Punti Impresa Digitali (PID) per le PMI

PID: un’occasione per aumentare la competitività aziendale

I PID, Punti Impresa Digitali, sono un network di servizi messi a disposizione dalle Camere di Commercio. Generalmente, l’obiettivo è quello di assistere la transizione delle imprese verso il digitale, completare cioè, il percorso della Trasformazione 4.0.

Infatti, il progetto è promosso dalle Camere di Commercio e da UnionCamere nell’ambito del Piano Nazionale Impresa 4.0.

Accrescere la consapevolezza sulle potenzialità del digitale tra le imprese, mostrare i benefici derivanti dall’utilizzo delle nuove tecnologie e allo stesso tempo, istruire circa le conseguenze legate al mancato utilizzo: questi gli obiettivi del network PID a disposizione su tutto il territorio nazionale.

Il servizio è indirizzato agli imprenditori che hanno riconosciuto le potenzialità del digitale e che vogliono quindi, portare ad un livello superiore la loro azienda. In altre parole, i PID sono un punto di riferimento per tutte le imprese che vogliono aumentare la loro competitività attraverso le tecnologie 4.0.

Il progetto si rivolge alle imprese di qualsiasi dimensione e settore economico, con l’obiettivo di supportarle nel cogliere le opportunità della rivoluzione digitale, utilizzando un approccio sinergico.

I servizi per le imprese

Sul territorio nazionale sono disponibili numerosi sportelli fisici presso le sedi degli enti camerali, un network cioè, di supporto alla digitalizzazione delle PMI. Gli sportelli sono gestiti da 200 Digital Promoters in grado di fornire assistenza e informazioni sulle tematiche del digitale, dall’innovazione al trasferimento tecnologico.

Con il loro operato, i PID hanno raggiunto 300 mila imprese tra tutti i settori economici che vogliono migliorare con la digitalizzazione.

Inoltre, vengono offerti una serie di strumenti virtuali volti a facilitare la transizione al digitale delle imprese. Importante anche, lavorare sulla crescita della consapevolezza legata ai benefici delle tecnologie.

Contributi a fondo perduto per la digitalizzazione

Un’altra importante novità introdotta dal progetto PID sono i contributi a fondo perduto – sotto forma di voucher digitali – per l’acquisto di servizi di consulenza, formazione e tecnologie in ambito 4.0

I voucher possono essere utilizzati anche per introdurre lo smart working, l’e-commerce e le connessioni in banda ultralarga all’interno dell’imprese per operare più consapevolmente nel nuovo contesto socio-economico

Destinatari dei sostegni sono le MPMI in forma singola o aggregata, che possono accedere alle risorse attraverso i bandi pubblicati dalle Camere di commercio