29 Gennaio 2021 in News

HACCP: la certificazione per lavorare nel settore alimentare

HACCP: come ottenere il riconoscimento per lavorare nella filiera agroalimentare

HACCP, acronimo di “Hazard Analysis Critical Control Point”, è l’attestato che tutti gli imprenditori e le aziende desiderosi di operare nel settore di alimenti e bevande devono ottenere.

L’espressione, in italiano, è traducibile come “analisi dei rischi e dei punti di controllo”. Tali punti di controllo identificano l’insieme delle procedure a tutela del consumatore.
Così facendo, le imprese sono in grado di garantire la salubrità degli alimenti, prevedendo e gestendo i rischi della filiera produttiva.

In Italia tali attività di controllo sono state previste e rese obbligatorie dal Decreto Legislativo 193/07. Tale Decreto è, in realtà, la risposta al Regolamento europeo CE 852/2004, facente parte del Pacchetto Igiene.

Il tutto è finalizzato alla tutela del consumatore, soggetto ultimo della filiera agro-alimentare. Infatti, l’applicazione di questo sistema alle aziende permette l’individuazione dei rischi legati alla produzione alimentare. Allo stesso tempo, implementa tutte le procedure necessarie a garantire la salubrità del prodotto finale.

I principi basilari sui quali si fonda il sistema HACCP sono 7
  • Individuazione e gestione dei pericoli e dei rischi;
  • Analisi dei punti critici di controllo (CCP);
  • Definizione dei limiti critici;
  • Specificazione delle procedure di monitoraggio;
  • Pianificazione delle azioni correttive;
  • Assestamento delle procedure di verifica;
  • Definizione delle procedure di registrazione.

Il centro di interesse del sistema HACCP è costituito dai rischi legati ai prodotti alimentari. Non a caso, i rischi principali si manifestano nel non rispettare gli standard sulla sicurezza alimentare.

In conclusione, il certificato si è reso necessario per garantire le massime condizioni di igiene della struttura e delle attrezzature aziendali al fine di preservare il consumatore finale.

Quindi, la formazione in materia di HACCP è obbligatoria se si vuole lavorare nella filiera alimentare.

Le attività operanti nel settore devono dotarsi di un manuale HACCP, costruito sulla base delle loro necessità.

Invece, i lavoratori devono conseguire una certificazione che attesti la loro preparazione in materia.

Conformity mette a disposizione vari corsi di formazione HACCP, che rilasciano a fine corso un certificato abilitante.

Contattaci per ricevere informazioni sui corsi abilitanti
[contact-form-7 id=”5738″]